servizio di prenotazione passaggi sull'Autostrada Viaggiante RoLa
Novara-Freiburg e altre >> VAI
info, prenotazione e acquisto trasporto semirimorchi NON GRUABILI sui treni CargoBeamer ALPIN Melzo-Colonia > VAI
direttamente dal sito intermodale24-rail (in collaborazione con Elitrans s.r.l.)
 
logo

il portale per l'intermodalità strada-rotaia

HOME        LOGISTICA     
 

 

calcolo delle emissioni in CO2 prodotte dai vettori di trasporto

orari del trasporto combinato e regole di carico

vedi la nuova direttiva UE 2014 su pesi e dimensioni dei veicoli stradali da trasporto

 

 

 

ultimo aggiornamento / Last update 31.05.2015
NUOVO link scheda CargoBeamer e RoLa RAlpin

 

 

Schede dei pesi e dimensioni massime autorizzate dei veicoli stradali per il trasporto delle merci e limiti di ammissibilità su ferrovia

 

Lo sviluppo dei carri per il trasporto su rotaia di veicoli stradali, sia completi su Autostrada Viaggiante che soli semirimorchi su carri a tasca, segue da vicino quello delle dimensioni e dei pesi massimi autorizzati per la circolabilità sulle strade.

 

Le dimensioni massime dei veicoli stradali sono stabilite dai regolamenti di ciascun paese e per il traffico infracomunitario della UE da norme europee.

Sul sito di confetra sono pubblicate le schede dei valori di dimensioni e pesi ammessi per la maggior parte dei paesi.

 

Per l'Italia valgono le seguenti dimensioni principali:

Track&Trace per l'intermodale: seguire la merce anche quando cambia vettore
Le soluzioni VIASAT


intermodale24-rail

è Business-Partner di Viasat per Intermodalità e Fleet Management

 

Chiedi le infomazioni e i dettagli che interessano con una e-mail

Altezza          4,00   m
Trasporto di vetture       4,20   m
Trasporto di containers, casse mobili o animali vivi       4,30   m
Larghezza (esclusi retrovisori)
Veicoli a motore/rimorchi       2,55   m
Veicoli ATP         2,60   m
Lunghezza
Veicoli a motore         12,00   m
Trasporto di vetture 13,44   m
Rimorchi          
- a 1 asse         7,50   m
- a 2 o più assi         12,00   m
Autoarticolati         16,50   m
- trasporto vetture         17,36   m
Autotreni         18,75   m
- trasporto vetture         20,16   m
 

SIDELOADER
per la movimentazione dei containers dovunque in autonomia con il solo autista del camion
vedi la scheda >>

Per gli altri paesi vedi il prontuario confetra :
http://www.confetra.it/it/prontuari/pesiedimensioni.htm#

All'interno di questi vincoli, la tecnica costruttiva dei mezzi ha puntato ad aumentare sempre più lo spazio di carico utile, abbassando il pavimento ad esempio, fino a soli 82 cm. dalla strada, con l'impiego di assali speciali e pneumatici a profilo ribassato.

 

E' interessante il confronto fra questi due semirimorchi:
il primo di tipo normale:

dimensioni interne: 1362*244*240 (Lu*La*H)

normale

il secondo di tipo Mega, con pavimento ribassato:

dimensioni interne: 1362*244*298 (Lu*La*H)

mega

[foto: www.wetron.nl]

 

Mentre da un lato i parametri di ammissibilità dei mezzi su strada hanno seguito una tendenza all'aumento di pesi e dimensioni, in funzione del rapido sviluppo della rete stradale nuova o rinnovata, i limiti imposti dalle caratteristiche costruttive delle linee ferroviarie possono essere modificati con maggior difficoltà a causa dei maggiori vincoli di tracciato. Pur essendo intervenute con abbassamenti del piano del ferro e con adattamenti della sagoma sotto ponti e gallerie, sono oggi poche le linee sulle quali possono essere accettati veicoli stradali corrispondenti alle dimensioni massime autorizzate sulle strade d'Europa, ovvero i 4 metri di altezza allo spigolo su larghezza di 2,55 metri.

 

Diventare intermodalista..

 

anche con un semirimorchio normale, da Domodossola a Colonia attraverso la Svizzera con il servizio CargoBeamer ALPIN - vai alla scheda >>

 

La compatibilità con il trasporto intermodale su ferrovia


La sagoma limite UIC fa riferimento ai livelli standard dei piani di appoggio delle ruote, che per il carro a tasca corrisponde a quello del carro T1a ovvero 33 cm. dal p.d.f.

 
  gabarit UIC  
 

 

La codifica P410 permette il transito di autocarri da 4 metri [cod.P400] anche su carri tasca standard; i carri dal T3 in poi hanno portato il piano di riferimento al livello minimo ammesso di 27 cm, guadagnando 6 cm. di altezza utile e permettendo così il transito anche su linee che abbiano una codifica almeno (P)394. Vedi maggiori informazioni sulla pagina introduttiva dei link agli orari TCNA.

 

D'altra parte, molte linee esistenti sottoposte a lavori di adattamento hanno visto aumentata la sagoma limite ammessa, ma su misure intermedie rispetto al gabarit UIC, come risulta anche dalla cartina d'Europa edita da UIRR-Interunit:

> carta di codifica linee per semirimorchi (file .pdf)

 

Al PIR (Prospetto Informativo della Rete) Dic.2013 di RFI è allegata una carta con le codifiche di tutte le linee italiane abilitate al traffico internodale, molto più dettagliata di quella d'Europa di UIRR ed aggiornata, da scaricare qui

 

Perciò spesso l'aumento dell'altezza utile di carico anche di soli pochi centimetri può permettere l'uso del vagone per trasportare semirimorchi su linee altrimenti non utilizzabili.

Ad esempio le linee del Corridoio 24 via Germania ammettono quasi ovunque codice P410, ma nell'attraversamento della Svizzera il ramo Loetschberg ha un codice P405 (> P400) e il ramo Gottardo un codice P384 (<P394).

 

In ingresso in Italia, a parte la linea Domodossola-Novara via Borgomanero che ha codice P410, abbiamo la Chiasso-Milano con codice P390 (>384), e la linea del Sempione Domodossola-Milano (fino a Busto Arsizio) insieme alla Arona-Novara e alla Luino-Sesto Calende-Novara con codice P380: in questo caso il ribassamento del piano di carico a 27 cm. permette di recuperare una codifica (P)386 coerente con le linee in arrivo dalla Svizzera via Gottardo.

Per conseguenza il traffico di semirimorchi di tipo Mega può arrivare in Italia, relativamente al Corridoio 24, solo su Novara via Loetschberg-Sempione, e non su Busto Arsizio.

 

Più a sud, le linee italiane sono codificate P364, ovvero per carri ribassati (P)370, cosa che richiede quindi veicoli parecchio più piccoli rispetto al massimo ammesso su strada (H=400 cm).

 

Sullo sviluppo dei carri a tasca per il trasporto di veicoli stradali di dimensione massima attuale, vedi lo speciale sui carri T4-T5 e quello sui carri TWIN-T3000 .

 

torna a capo

 

 

La nuova disciplina europea 2014 su pesi e dimensioni dei veicoli industriali

[fonte: TrasportoEuropa] Il testo approvato dall'Europarlamento nella sessione plenaria del 15 Aprile scorso apporta alcuni emendamenti alla vigente direttiva 96/53/CE.

Il primo riguarda la possibilità di aumentare la lunghezza complessiva dei veicoli fino a 500 millimetri, ma solo con il fine di aggiungere all'estremità posteriore "dispositivi aerodinamici a scomparsa o pieghevoli" o dispositivi di protezione anti-incastro ad assorbimento di energia. Ciò vale anche per rimorchi e semirimorchi. L'emendamento chiarisce, però, che eventuali deroghe non devono essere usate per aumentare il carico utile del veicolo.

Il secondo punto riguarda il profilo della cabina, che dovrà essere modificato per ridurre l'angolo morto di visibilità per i conducenti, in particolare sotto il parabrezza e sui lati. Questa nuova profilatura dovrà diventare obbligatoria dopo un periodo transitorio e dovrà prevedere anche strutture di assorbimento dell'energia in caso di collisione. Questo emendamento consente anche d'installare specchi e telecamere sotto il parabrezza e intorno alla cabina. Per la sicurezza, le nuove cabine dovranno adottare sistemi per ridurre i danni ai pedoni in caso d'investimento.
Le modifiche alla cabina dovranno comprendere anche la sicurezza degli autisti. In particolare, il testo prescrive che l'aumento delle dimensioni debba servire per ridurre le vibrazioni corporee, predisporre una via di fuga antincendio, migliorare il comfort del sedile di guida e della cuccetta.

L'Europarlamento ha anche fermato, di fatto, lo sviluppo dei complessi veicolari più lunghi per trasportare una maggiore quantità di carico (i cosiddetti eurocombi o megatruck ), sopprimendo la proposta della Commissione di consentire il trasporto transfrontaliero con questi automezzi (che attualmente operano in fase sperimentale in alcuni Paesi europei).

In compenso, un emendamento consente di aumentare la lunghezza delle unità di carico che trasportano su strada container da 45 piedi: "Un allungamento di 15 centimetri dei veicoli che li trasportano può esentare i vettori dall'espletamento di procedure amministrative, facilitando il trasporto intermodale, senza rischi né pregiudizio per gli altri utenti della strada o per l'infrastruttura. La modesta aggiunta rappresentata da questi 15 centimetri rispetto alla lunghezza dei veicoli pesanti articolati (16,50 metri) non costituisce in effetti un rischio supplementare per la sicurezza stradale". Ciò vale però solo nel caso di trasporti combinati.

Per quanto riguarda la disciplina dei pesi, il Parlamento ha accolto il principio di consentire un incremento di massa complessiva per i veicoli che usano motorizzazioni alternative funzionanti non esclusivamente con combustibili fossili (per esempio i sistemi ibridi diesel-elettrici). In tal caso si permette una maggiore tara, senza penalizzare la portata utile. Il testo approvato precisa che "I veicoli dotati di tecnologie a bassa produzione di carbonio dovrebbero poter superare il peso massimo consentito di una tonnellata, a seconda del peso che la tecnologia richiede. Il sovrappeso non dovrebbe tuttavia comportare un aumento del volume di carico del veicolo. Il principio di neutralità tecnologica dovrebbe essere mantenuto"

torna a capo

 
intermodale24-rail è un’attività professionale dello studio ing. Fulvio Quattroccolo p. i.v.a. 02168440044
  © 2009-2014  ing. fulvio quattroccolo    international services: www.dominioweb.org   mappa del sito   contatti  note legali