.

logo

Treni e merci sul corridoio 24 Genova-Rotterdam

HOME        LOGISTICA     
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

CASI DI STUDIO # 4  

JIT Cooperative : Cooperativa di mutuo trasporto per portare sul treno le merci FMCG

 

 

 

Con la sigla JIT solitamente si intende Just In Time, uno dei cardini della logistica legata alla produzione snella. Lo stesso acronimo è stato usato, non a caso, per identificare la Joint In Trasport Cooperative, una iniziativa lanciata a Febbraio 2012 da Global Commerce Initiative e da The Consumer Goods Forum con l’assistenza di CapGemini Consulting, con l’obiettivo di favorire il trasferimento dalle autostrade alla ferrovia di quote di traffico legate al mondo della Grande Distribuzione.
I primi risultati operativi e i programmi di sviluppo di JIT sono stati illustrati lo scorso 29 Maggio a Torino nel corso di un workshop sulla logistica innovativa organizzato da ELMED.


Roland Dachs, Presidente di JIT, ha utilizzato in questa occasione un termine molto efficace per descrivere il senso di questa iniziativa: mutualizzazione dei flussi.


I primi associati della cooperativa sono stati Colgate-Palmolive Co., Nestlé S.A., e Mondelez International Inc. (settore snack foods), che hanno messo in comune i loro flussi di traffico dai centri di produzione in Polonia ai mercati di consumo in Inghilterra per portarne una quota sul treno.


Per giungere ad avviare un progetto pilota operativo, JIT ha inizialmente dovuto affrontare numerose problematiche inusuali nel mondo del trasporto, dalla organizzazione dell’attività in modo tale da non incorrere nelle censure delle verifiche antitrust della Commissione Europea, alla garanzia di terzietà e di riservatezza nei rapporti con i singoli associati.


Per l’esecuzione pratica dei trasporti JIT ha scelto di affidarsi a un 3PL con un accordo di Business Process Outsourcing. Il soggetto selezionato è stato Seacon Logistics, operatore olandese con sede a Venlo, che dispone dell’esperienza necessaria per coordinare come Control Tower i vari attori del processo di trasporto su strada, ferro e short-sea.
Altri soggetti della fascia FMCG hanno nel frattempo aderito alla cooperativa, primo fra tutti SC Johnson.

11.06.2014

 

 

 

 

 

 

per maggiori informazioni e richiesta di contatti :

info@intermodale24-rail.net

 

.
logo
consulenza e organizzazione trasporto intermodale e ferroviario
intermodale24-rail
im24rail
servizio professionale
.

 

 

 

Il servizio, dopo alcuni tests a partire da Maggio 2013, è diventato stabile dal Settembre dello stesso anno, ed utilizza cinque copie di treni alla settimana operati dalla ERS Railways (in collegamento con le ferrovie polacche PKP Cargo, che utilizzano locomotive interoperabili sull’intero percorso).
Il treno è attrezzato per trasportare sia containers da 45 piedi che semirimorchi, ed ha un transit-time da Poznan allo scalo inglese di Immingham, sulla costa orientale, di 4-5 giorni incluso il traghettamento.

Il transit-time ferroviario è di sole 22 ore per 1.000 km.

 

La capacità totale è utilizzata dagli associati JIT, dalla stessa Seacon, e lo spazio residuo è messo a disposizione di altri utilizzatori; ma la volontà è che nel prossimo futuro sia dedicato interamente a JIT.


Dachs ha infine indicato i prossimi obiettivi di JIT Cooperative: dopo il corridoio est-ovest ormai a regime, sono allo studio due corridoi nord-sud: uno fra UK e Spagna via Francia, l’altro fra UK e Italia con prosecuzioni nel Mediterraneo Orientale.


Quest’ultimo in particolare, stando allo schema presentato, sembrerebbe orientato all’utilizzazione di alcuni servizi e reti già esistenti, facenti capo al terminal Sogemar di Melzo (nel quale già si attestano i treni di ERS Railways per l’Italia e dove Seacon ha aperto l’ufficio per l’Italia lo scorso anno ) come hub per i successivi rilanci verso il centro-sud Italia e le destinazioni raggiungibili via mare dai porti del Sud.

 

Un treno ERSR Poznan-Rotterdam, affidato a una locomotiva interoperabile PKP Cargo, a 'sHertorgenbosch (NL), 18.05.2014 (foto J. de Vries)
floraunit45-mortara
  Un treno ERSR Rotterdam-Melzo in lavorazione al terminal Sogemar, Melzo, 25.09.2013 (foto F.Quattroccolo)
SEGUIRANNO AGGIORNAMENTI SUL PROGETTO UK-ITALIA
 
torna a capo  

intermodale24-rail è un’attività professionale dello studio ing. Fulvio Quattroccolo p. i.v.a. 02168440044

  © 2013 ing. fulvio quattroccolo    international services: www.dominioweb.org   mappa del sito   contatti  note legali
floraholland, ferroverde, greenrail, intermodale, agricoltura, trasporti, trasporti internazionali, container, reefer, reefer container, flora unit45, floraunit45, Jan de Rijk, florlogisica, spedizione merci deperibili, merci deperibili, trasporto deperibili