.
   
logo

il portale per l'integrazione strada-rotaia

HOME        LOGISTICA     
 

pagina sponsorizzata

Viasat BluTrack: Monitoraggio della qualità della merce continuo, diretto e con un unico interlocutore - anche quando cambia modalità di trasporto.


 

 

18.02.2015

Una delle obiezioni che vengono mosse al passaggio all'intermodalità da parte dei responsabili della logistica è la possibile perdita del controllo sulla tracciabilità della merce nel cambio di vettore. Questo può entrare in conflitto con i protocolli di garanzia della sicurezza delle merci che per per taluni committenti sono molto rigidi.

 

Nel trasporto intermodale infatti sono coinvolti differenti vettori stradali per il primo e ultimo miglio (oltre a eventuali altri soggetti per il picking) e uno (o anche più) vettori ferroviari.

Ognuno di questi in generale dispone di strumenti per il tracciamento dei propri mezzi, ma è praticamente impossibile per il committente disporre di una "cabina di controllo" da cui monitorare i dati di tutti : sia per la complessità delle autorizzazioni collegate alla sicurezza e alla gestione della privacy, che per la mancanza di uno standard condiviso di formattazione dei dati.

 

ultimo aggiornamento: 18.05.2016 - la merce al centro del controllo

Questo problema, che potrebbe essere un ostacolo al trasferimento di nuovi volumi di traffico dalla strada alla ferrovia attraverso l'intermodale, può essere risolto dalle Compagnie di trasporto spostando l'oggetto del tracciamento dal mezzo motore all'unità di carico, in modo che venga così trasferito da un vettore all'altro insieme alla merce mantenendo un unico sistema di acquisizione e gestione dei dati non solo sulla posizione ma anche sui parametri rilevanti per il controllo di qualità del trasporto.

 

Proprio per questo segmento di utilizzatori l'azienda italiana Viasat ha messo a punto un prodotto di geolocalizzazione e monitoraggio da remoto, specificamente dedicato: il BluTrack .

 

Introduzione generale al BluTrack

 

 

Per essere utilizzabile nel traffico intermodale, l'apparato deve poter funzionare anche quando non è alimentato elettricamente per tempi lunghi, non potendo contare sul generatore del mezzo motore.

 

Avendo già a disposizione nella propria gamma di prodotto tutta la tecnologia avanzata necessaria alla raccolta e trasmisisone dei dati per le applicazioni tradizionali di Fleet Management, la ricerca sviluppata da Viasat è stata perciò puntata sull'autonomia dell'apparato in assenza di alimentazione esterna.

Si è lavorato perciò sul miglioramento della prestazione dell'accumulatore e sull'equilibrio fra la frequenza delle fasi "attive" dell'apparato (in cui viene consumata energia) e la funzionalità della risposta di tracciamento e monitoraggio del trasporto e della merce.

 

Inoltre Viasat ha sviluppato un modello di tracciamento della posizione del carico che consente da un lato un rilevante risparmio nell'alimentazione, e dall'altro di essere attivo anche se posizionato entro cassa metallica come il container, che normalmente oscura il segnale GPS e rende inefficiente l'apparato.

Grazie alla tecnologia cell-based, in caso di segnale GPS debole o assente, in automatico, il sistema propone la posizione del mezzo, tramite le informazioni identificative delle celle GSM a cui è connesso. In questo modo, è possibile individuare la zona geografica in cui si trova il mezzo, con una triangolazione delle celle connesse e con un’approssimazione variabile sulla base della distribuzione sul territorio delle celle GSM, nell'ordine di poche centinaia di metri. Un raggio che è comunque sufficiente in considerazione del fatto che il trasporto intermodale è spesso legato a localizzazioni fisse come i terminals o la linea ferroviaria.

Nel momento in cui, ad esempio all'apertura del portellone, il segnale GPS torna agganciabile, l'apparato invia automaticamente la posizione esatta insieme alla segnalazione dell'evento (intervento molto utile soprattutto se si tratta di apertura non conforme al ciclo di trasporto, cioé di effrazione).

 

 

intermodale24-rail

è Business-Partner di Viasat per Intermodalità e Fleet Management

 

Chiedi le infomazioni e i dettagli che ti interessano con una e-mail

 

 

 

 

 

 

 

 
   

Schema concettuale del sistema Viasat BluTrack nel traffico intermodale

 

Soluzioni su misura per il singlo cliente

 

 

 

Sono state individuate diverse versioni di base a catalogo, riferite a utilizzazioni totalmente autosufficienti fino a 12 mesi (principalmente per il traffico di containers transoceanici) o ricaricabili a intervalli variabili secondo l'utilizzazione (ad esempio per il traffico continentale su itinerari shuttle con ritorno dell'unità di carico alla base entro 15-20 giorni)

 

Poiché però le esigenze di ogni singolo cliente, in relazione alle modalità di tracciamento del carico e dei parametri da monitorare, possono essere anche molto diverse, Viasat è in grado di adattare le prestazioni dell'apparato BluTrack a soluzioni personalizzate ritagliate sulle esisgenze del singolo cliente, grazie alla programmazione delle funzioni.

Frequenza della trasmissione dei dati secondo lo stato dell'unità di carico (in deposito o in viaggio), impostazione di soglie per il lancio immediato di alert relativi a criticità su parametri di controllo come temperatura, umidità, urti, effrazioni ed altro.

 

Oltre che per containers, casse mobili e semirimorchi, BluTrack può essere utilizzato per tracciare la merce stessa, inserito negli imballi (prevalente funzione di antifurto), o per il controllo di mezzi d'opera in cantieri di costruzione.

 

Lo staff progettuale di Viasat si interfaccia con il cliente fin dalle prime fasi di contatto per individuare le necessità e proporre offerte di servizio in grado di fornire al cliente il tipo e la qualità di dati che sono necessari per gestire la sicurezza del trasporto in funzione della sua organizzazione aziendale.

 

 

Per saperne di più ...

 

 

sulle attività integrate del Gruppo Viasat nel campo dei Sistemi e Servizi di Sicurezza e Protezione con applicazione di Tecnologie Satellitari e sulla sua mission, visita il sito Viasat online

 

 

Servizi di gestione delle informazioni inviate dall'apparato

 

 

 

I segnali inviati dal BluTrack vengono ricevuti nelle centrali operative Viasat ed elaborati ad un livello di base.

Il cliente può affidare l'intera gestione alle centrali Viasat o ottenere il trasferimento dei dati ad un sistema in-house su Web-Console o soluzioni intermedie su misura.

I dati possono essere monitorati sia da PC che con applicazioni per Tablet e Smartphone.

 

La qualità della merce durante il trasporto può essere perciò controllata in ogni momento dal cliente, direttamente nei suoi uffici o anche in viaggio, senza dover assemblare dati diversi ma tutto da un unico interlocutore, con minor impegno di tempo e di risorse umane e maggior sicurezza nella gestione del sistema di qualità.

 

Viasat è in grado di offrire inoltre un’ampia gamma di servizi di sicurezza-assistenza, grazie a un’esperienza e a una specializzazione maturata in oltre 25 anni di attività.Viasat dispone di proprie infrastrutture per la gestionedegli allarmi e delle pratiche di intervento relative alla sicurezza del conducente e la protezione del mezzo e delle merci trasportate.

La Centrale Operativa Viasat è in grado di tracciare il dispositivo e individuare sempre il veicolo o la persona in difficoltà, ovunque si trovino, grazie al segnale GPS e alla comunicazione GSM/GPRS

 
   

Un viaggio dall'Italia alla Romania usando camion, treno e traghetto: sempre con monitoraggio continuo di una unità di carico in servizio intermodale, dalla videata della WEB-CONSOLE (localizzazioni, temperatura, umidità, alert eventi):

1 - carico

1 > 2 - viaggio su strada

2 > 3 - su treno

3 > 4 - su strada

4 > 5 - camion su traghetto

5 > 6 - su strada

6 - scarico

Sette giorni di monitoraggio continuo di una unità di carico in servizio intermodale, dalla videata della WEB-CONSOLE (localizzazioni, temperatura, umidità, alert eventi):

1 - carico

1 > 2 - viaggio su treno

2 > 3 - su strada

3 - scarico

3 > 4 - su strada

4 - ricarico

4 > 5 - su strada

5 > 6 - viaggio su treno

6 > 7 - su strada

7 - scarico

7 > 8 - su strada

8 - ricarico

8 > 9 - su strada

9 -di nuovo sul treno

.... e così via

Tabella Report in Excel ed elaborazione grafico correlazione fra temperatura e umidità relativa dal monitoraggio BluTrack su due settimane di viaggio di una unità di carico

 

Ridurre i costi e aumentare le opportunità

 

 


L'adozione del Viasat BluTrack e dei servizi integrati per il Tracking & Tracing delle unità di carico permette al trasportatore di ottenere interessanti risparmi sui costi da sostenere rispetto a una gestione internalizzata, oltre alla possibilità di offrire soluzioni di trasporto intermodale completamente monitorate in modo continuo e di non perdere una fascia di mercato che richiede questa prestazione.

 

Inoltre le rilevazione e registrazione di eventi critici riconducibili a soglie di temperatura, umidità, dinamica di urto o effrazione permette una gestione molto più diretta delle responsabilità dei diversi vettori coinvolti o delle cause di forza maggiore, nei confronti dei committenti e delle Compagnie di Assicurazione. Anche in questo caso si possono ottenere risparmi sensibili.

 

Non ultimo, il fatto che Viasat dispone di una propria infrastruttura telematica e di protocolli standard per la connettività e l'interconnessione tra la Centrale Operativa Viasat, Portali-Client istituzionali e/o di Business Services, come la Piattaforma Logistica Nazionale UIRNet (con oltre 3000 mezzi connessi), CCISS, Roma Capitale e PA in generale, permette di interagire con sistemi di gestione collaborativa del trasporto e di essere connessi con i principali interporti italiani.

 

L'integrazione con gli apparati per l'autotrasporto della linea Runtracker e con i servizi di Fleet Management di Viasat permette anche, attraverso la stessa Web Console, di generare nuove ed ulteriori opportunità di business per le aziende che decidano di sfruttare la telematica per ottimizzare e rendere più efficiente la gestione delle proprie flotte.

 

Blu Track può essere però interessante anche per il committente del trasporto. L'apparecchio può essere inserito in una scatola della spedizione o in un pallet, e consente di avere un controllo continuo e diretto dei parametri del trasporto, direttamente nei suoi uffici, senza doversi preoccupare di assemblare dati diversi ma tutto da un unico interlocutore, con minor impegno di tempo e di risorse umane e maggior sicurezza nella gestione del sistema di qualità. Dal magazzino di ricezione il Blu Track può poi essere rimandato al luogo di partenza con altre spedizioni di ritorno.

 

 

Per saperne di più ...

 

 

sul sistema completo di Track&Trace di Viasat e sui prodotti e servizi integrati con il Fleet Management scarica la presentazione

 

 

 

Esempio di un apparato BluTrack applicato su un container

 
     
torna a capo

 

intermodale24-rail

è Business-Partner di Viasat per Intermodalità e Fleet Management

 

Chiedi le infomazioni e i dettagli che ti interessano con una e-mail

 

 
   
intermodale24-rail è un’attività professionale dello studio ing. Fulvio Quattroccolo p. i.v.a. 02168440044
  © 2015  ing. fulvio quattroccolo    international services: www.dominioweb.org   mappa del sito   contatti  note legali