find your access to rail freight in Italy >> read more
 contatta
intermodale24-rail.net
RoLa Ralpin
im24-rail
consulenza trasporto intermodale e ferroviario
logo

il portale per l'integrazione strada-rotaia

HOME
NEWS
SPECIALI
TECNICA-ESERCIZIO
CHI SIAMO
LINKS

 

SOSTENITORI
TRENI
 LINEE
LOGISTICA
GALLERY
COMMENTI / RICERCHE
 
APPROFONDIMENTI : I PERCORSI FERROVIARI DEL CORRIDOIO INTERMODALE 24

VAI ALLA SEZIONE SUGLI ALTRI CORRIDOI TRANSALPINI >>>>

IL CORRIDOIO RENO-ALPI [24 / GENOVA-ROTTERDAM] : GLI SVILUPPI OPERATIVI >>>>

IL CORRIDOIO 24 E LA RETE EUROPEA TEN-T >>>>

IL CORRIDOIO 24 E LE RETI DEI CORRIDOI MERCI >>>>

LA RETE "CORE NETWORK" DEFINITA NEL 2013 >>>>


LINEE E NODI :
GOTTARDO 2016 - INAUGURAZIONE, PREESERCIZIO E SERVIZI DEL NUOVO TUNNEL DI BASE >>> aggiornamento 28.05.2016

LE LINEE MERCI DEL CORRIDOIO RENO-ALPINO IN ITALIA >>>> 03.04.2016

2014 - IL NUOVO TERMINAL INTERMODALE "ALPTRANSIT" A MILANO SMISTAMENTO >>>
LINEE DEI GIOVI, NODO DI GENOVA E TERZO VALICO >>> aggiornamento 03.11.2014
NTFA - UNA FERROVIA DI PIANURA ATTRAVERSO LE ALPI >>> aggiornamento 01.08.2015
IL TUNNEL MONTE OLIMPINO 2 SULLA LINEA
MILANO-CHIASSO >>>
aggiornamento 21.08.2014
DISTANZE CHILOMETRICHE FRA I PRINCIPALI NODI DEL CORRIDOI RENO-ALPI >>> aggiornamento 21.06.2014

VISTE DA DENTRO:
LA LINEA DELL'ALTO RENO FRA WEIL-AM-RHEIN (BASEL) E FRANKFURT-HOECHST IN UN VIDEO DALLA CABINA DI UNA 189 >>>> 24.12.2013

IL MIGLIORAMENTO DELL'INFRASTRUTTURA FERROVIARIA SUI TRATTI IN ITALIA DI ACCESSO ALLA NTFA - NUOVA TRASVERSALE FERROVIARIA ALPINA (RAMO GOTTARDO) >>>>aggiornamento 16.11.2015: i finanziamenti dalla Svizzera
NTFA - DA BASEL A CHIASSO/LUINO E AL NORD ITALIA CON PROFILO P400 SU TUTTO L'ASSE DEL GOTTARDO: GLI INTERVENTI IN PROGETTO IN SVIZZERA FINANZIATI DALLA CONFEDERAZIONE >>> aggiornamento 16.11.2015
MODERNIZZAZIONE DELLE LINEE INTORNO A BASEL E IN GERMANIA >>>>
aggiornamento 21.11.2012: Katzenbergertunnel
I PROGETTI DI RFI 2012-2016 PER LE LINEE DEL CORRIDOIO 24 IN ITALIA >>>> aggiornamento 22.10.2012
BETUWEROUTE: UNA LINEA NUOVA SOLO MERCI PER COLLEGARE IL PORTO DI ROTTERDAM AL CONFINE TEDESCO >>> ALSO AS ENGLISH VERSION
aggiornamento 05.11.2012
IL MIGLIORAMENTO DELL'INFRASTRUTTURA FERROVIARIA SUL TRATTO IN GERMANIA DI CONNESSIONE ALLA BETUWEROUTE: EMMERICH-OBERHAUSEN >>>>aggiornamento 13.08.11
LA VARIANTE DI GOZZANO SULLA LINEA NOVARA-BORGOMANERO-DOMODOSSOLA >>> aggiornamento 12.12.2011
 
 

 

 

 

 

mappa corridoio 24

AGGIORNATA CON LE LINEE PER I PORTI DI SAVONA E LA SPEZIA - SISTEMA PORTUALE ALTO TIRRENO (21.02.2012)

IL CORRIDOIO 24 E LA RETE EUROPEA TEN-T

Il Corridoio 24 Genova-Rotterdam fa parte della Rete individuata dalla EU per migliorare la comunicazione, a tutti i livelli, fra gli Stati membri e favorire l'integrazione dei Popoli europei: la Trans European Network, acronimo TEN.

Per i trasporti viene aggiunta una T (= Transport), quindi TEN-T.

La prima determinazione della EU risale al 1996, quando venne definito un elenco di 30 opere prioritarie "da avviare entro il 2010" : al n° 24 veniva indicata la connessione Genova-Rotterdam (all'epoca veramente era previsto di aggirare la Svizzera e passare via Francia e Lione). In questa mappa pubblicata sul sito della Agenzia Esecutiva TEN-TEA sono riassunti i 30 progetti e il loro stato di avanzamento al Maggio 2010:
rete TEN-T
clicca sull'immagine per vederla in grande formato.

vedi aggiornamento al 2013 >>

Fra tutti i progetti, il Corridoio 24 è forse il più importante e concretamente seguito: - nel 2000 viene inserito, come Corridoio A, nell'elenco di 6 corridoi ferroviari da attrezzare con ERTMS; - nel 2011, viene ricompreso, come Corridoio 1, nell'elenco dei 9 corridoi ferroviari prioritari a livello europeo per una rete competitiva del trasporto ferroviario delle merci.

D'altra parte, il suo tracciato ricalca esattamente l'ossatura della cosiddetta "Banana Blu", l'area fra il Sud del Regno Unito e il Nord dell'Italia passando per Olanda, Valle del Reno e Svizzera, in cui si concentrano le più forti aree produttive ed economiche del Continente:
banana blu
(disegno su licenza tipo CC da Wikipedia)

Per questo, nonostante i tempi di ristrettezze economiche e le differenti sensibilità manifestate dai vari Stati interessati, il Corridoio 24 sarà molto probabilmente anche nei prossimi anni oggetto di interventi infrastrutturali e dotato delle necessarie risorse finanziarie per aumentarne la capacità di trasporto. Anche perché è sempre più forte la lotta fra i porti dell'Alto Tirreno e quelli della fascia del Mare del Nord per assicurarsi il ricco traffico dall'Estremo Oriente che alimenta la Svizzera e il Sud della Germania: una lotta nella quale l'efficienza dei collegamenti ferroviari è un fattore centrale.
Vedi anche a questo proposito la pagina sui volumi di traffico fra Olanda e Italia nel 2010 nella sezione Logistica, ripresa da una pubblicazione di Rail Cargo Information Netherlands..

Un interessante approfondimento sulla storia delle Reti TEN-T è reperibile in questo articolo di Mediarail.be (in Francese)

Vedi inoltre il sito dell'Agenzia Europea TEN-TEA

torna a capo

 

IL CORRIDOIO 24 E LE RETI DEI CORRIDOI MERCI

L'Europa ha classificato in tempi successivi il Corridoio 24 Genova-Rotterdam in vari modi, in funzione di diversi temi in cui sono stati raggruppati i Corridoi della rete.

Al momento sono tre le classificazioni utilizzate:

- ai fini del progetto di implementazione del sistema di Controllo Traffico unificato ERTMS, viene denominato CORRIDOIO A in un gruppo di sei (da A a F)

- ai fini del progetto di Rete europea per il trasporto ferroviario competitivo di merci (2010) viene denominato CORRIDOIO 1 in un gruppo di 9

- ai fini della rete centrale TEN-T - Connecting Europe - ridefinita nel 2013 su nove corridoi (solo in parte sovrapposti a quelli del punto precedente) viene denominato CORRIDOIO RENO-ALPI

In questa tavola la sintesi dei sei corridoi ERTMS:
ertms
clicca sull'immagine per vederla in grande formato.

Questo l'elenco dei nove Corridoi Merci dal Regolamento (UE) n. 913/2010 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 22 settembre 2010 , relativo alla rete ferroviaria europea per un trasporto merci competitivo:

| Stati membri | Tracciati principali [1] | Istituzione dei corridoi merci |

1. | NL, BE, DE, IT | Zeebrugge-Anversa/Rotterdam-Duisburg-[Basilea]-Milano-Genova | Entro il 10 novembre 2013 |

2. | NL, BE, LU, FR | Rotterdam-Anversa-Lussemburgo-Metz-Digione-Lione/[Basilea] | Entro il 10 novembre 2013 |

3. | SE, DK, DE, AT, IT | Stoccolma-Malmö-Copenaghen-Amburgo-Innsbruck-Verona-Palermo | Entro il 10 novembre 2015 |

4. | PT, ES, FR | Sines-Lisbona/Leixões Madrid-Medina del Campo/Bilbao/San Sebastian-Irun-Bordeaux-Parigi/Le Havre/MetzSines-Elvas/Algeciras | Entro il 10 novembre 2013 |

5. | PL, CZ, SK, AT, IT, SI | Gdynia-Katowice-Ostrava/Žilina-Bratislava/Vienna/Klagenfurt-Udine- Venezia/Trieste/Bologna/Ravenna/ Graz-Maribor-Lubiana-Capodistria/Trieste | Entro il 10 novembre 2015 |

6. | ES, FR, IT, SI, HU | Almería-Valencia/Madrid-Saragozza/Barcellona-Marsiglia-Lione-Torino-Milano-Verona-Padova/Venezia-Trieste/Capodistria-Lubiana-Budapest-Zahony (confine tra Ungheria e Ucraina) | Entro il 10 novembre 2013 |

7. | CZ, AT, SK, HU, RO, BG, EL | Bucharest-CostanzaPraga-Vienna/Bratislava-Budapest Vidin-Sofia-Salonicco-Atene | Entro il 10 novembre 2013 |

8. | DE, NL, BE, PL, LT | Bremerhaven/Rotterdam/Anversa-Aquisgrana/Berlino-Varsavia-Terespol (confine tra Polonia e Bielorussia)/Kaunas | Entro il 10 novembre 2015 |

9. | CZ, SK | Praga-Horní Lideč-Žilina-Košice-Čierna nad Tisou- (confine tra Slovacchia e Ucraina) | Entro il 10 novembre 2013 |

[1] "/" indica tracciati alternativi. Le date indicate sono il termine di attivazione degli Sportelli Unici C-OSS per la acquisizione facilitata delle tracce orario.

A questo link l'accesso alla CUSTOMER INFORMATION PLATFORM del sito di gestione del Corridoio A per l'attivazione dei servizi One-Stop-Shop, con una interessante mappa interattiva delle linee del Corridoio in cui si identificano le linee principali e quelle sussidiarie. (effettuare il login cliccando "customer login")

LA RETE "CORE NETWORK" DEFINITA NEL 2013

Ed infine l'elenco dei nove Corridoi della rete centrale TEN-T definita nel 2013, con la cartografia pubblicata dalla Commissione Europea :

  1. Il corridoio Baltico-Adriatico è uno dei più importanti assi stradali e ferroviari transeuropei che collega il Mar Baltico al Mare Adriatico attraversando zone industrializzate che vanno dalla Polonia meridionale (Slesia superiore) a Vienna e Bratislava, alla Regione delle Alpi orientali e all'Italia settentrionale. La sua realizzazione comprende importanti progetti ferroviari come la galleria di base del Semmering, la linea ferroviaria del Koralm in Austria e le sezioni transfrontaliere tra Polonia, Repubblica ceca e Slovacchia.

  2. Il corridoio Mare del Nord-Mar Baltico collega i porti della costa orientale del Baltico con i porti del Mare del Nord. Il corridoio collegherà la Finlandia con l'Estonia con navi traghetto e creerà collegamenti stradali e ferroviari moderni tra i tre Stati baltici, da un lato, e la Polonia, la Germania, i Paesi Bassi e il Belgio, dall'altro. Il corridoio comprende anche collegamenti fluviali tra il fiume Oder e i porti di Germania, Paesi Bassi e Belgio, come il "Mittelland-Kanal". Il progetto più importante è il "Rail Baltic", una ferrovia europea a scartamento standard tra Tallinn, Riga, Kaunas e la Polonia nordorientale.

  3. Il corridoio Mediterraneo collega la Penisola iberica con il confine ungro-ucraino costeggiando il litorale mediterraneo della Spagna e della Francia per poi attraversare le Alpi nell'Italia settentrionale in direzione est, toccando la costa adriatica in Slovenia e Croazia, e proseguire verso l'Ungheria. A parte il fiume Po e qualche altro canale nel Norditalia, il corridoio è essenzialmente stradale e ferroviario. I principali progetti ferroviari lungo questo corridoio sono i collegamenti Lione-Torino e la sezione Venezia-Lubiana.

  4. Il corridoio orientale/mediterraneo orientale collega le interfacce marittime del Mare del Nord, Mar Baltico, Mar Nero e Mediterraneo ottimizzando l'uso dei relativi porti e delle rispettive autostrade del mare. Includendo l'Elba come via navigabile interna permetterà di migliorare le connessioni multimodali tra la Germania settentrionale, la Repubblica ceca, la regione della Pannonia e il sudest dell'Europa. Via mare andrà poi dalla Grecia a Cipro.

  5. Il corridoio scandinavo-mediterraneo è un asse nord-sud cruciale per l'economia europea.Attraversando il Mar Baltico dalla Finlandia e dalla Svezia e passando attraverso la Germania, le Alpi e l'Italia, collega i principali centri urbani e porti della Scandinavia e della Germania settentrionale ai centri industrializzati di produzione della Germania meridionale, dell'Austria e del Norditalia e quindi ai porti italiani e della Valletta. I progetti più importanti di questo corridoio sono il collegamento fisso del Fehmarnbelt e la Galleria di base del Brennero, con le rispettive vie di accesso. Il corridoio raggiunge quindi via mare Malta passando dall'Italia meridionale e dalla Sicilia.

  6. Il corridoio Reno-Alpi costituisce una delle rotte merci più trafficate d'Europa: collega i porti del Mare del Nord di Rotterdam e Anversa con il Mar Mediterraneo a Genova attraversando la Svizzera e passando per alcuni dei principali centri economici della Ruhr renana, le regioni del Reno-Meno-Neckar e l'agglomerazione di Milano. È un corridoio multimodale che include il Reno come via navigabile interna. I principali progetti sono le gallerie di base in Svizzera, in parte già completate, e le loro vie di accesso in Germania e in Italia.

  7. Il corridoio atlantico collega la parte occidentale della Penisola iberica e i porti di Le Havre e Rouen a Parigi e quindi a Mannheim/Strasburgo con linee ferroviarie ad alta velocità e linee ferroviarie convenzionali parallele, includendo anche la Senna come via navigabile interna. La dimensione marittima svolge un ruolo cruciale in questo corridoio.

  8. Il corridoio Mare del Nord-Mar Mediterraneo va dall'Irlanda e dal nord del Regno Unito fino al Mare Mediterraneo nel sud della Francia attraverso i Paesi Bassi, il Belgio e il Lussemburgo. È un corridoio multimodale che comprende acque navigabili interne nel Benelux e in Francia e intende non solo offrire servizi multimodali migliori tra i porti del Mare del Nord, i bacini fluviali della Mosa, del Reno, della Schelda, della Senna, della Saona e del Rodano e i porti di Fos-sur-Mer e Marsiglia, ma anche un'interconnessione migliore tra le isole britanniche e l'Europa continentale.

  9. Il corridoio Reno-Danubio, le cui arterie fluviali principali sono il Meno e il Danubio, collega le regioni centrali intorno a Strasburgo e Francoforte sul Meno attraverso la Germania meridionale a Vienna, Bratislava e Budapest per arrivare infine al Mar Nero, con una sezione importante tra Monaco di Baviera e Praga, Zilina, Kosice e il confine ucraino.

clicca sull'immagine per vederla in formato più grande o a questo link per scaricare il pdf dal sito della UE


Vedi anche a questo link l'interessante documento Evoluzione normativa, stato dell'arte e evoluzione futura dela rete TEN-T e dei Corridoi Ferroviari Merci presentato dal Ministero delle Infrastrutture e Trasporti al convegno MERCINTRENO 2014 a Roma
torna a capo
intermodale24-rail è un’attività professionale dello studio ing. Fulvio Quattroccolo p. i.v.a. 02168440044
  © 2009  ing. fulvio quattroccolo    international services: www.dominioweb.org   mappa del sito   contatti  note legali