find your access to rail freight in Italy >> read more
logo

 Treni e merci sul corridoio 24 Genova-Rotterdam

 HOME    LINEE         
 

Read the English Version of this page >>>

aggiornamento 15.01.2015

BETUWEROUTE : UNA LINEA NUOVA SOLO MERCI PER COLLEGARE IL PORTO DI ROTTERDAM AL CONFINE TEDESCO
foto: Hugo van Vondelen - 2010 betuweroute
Progetto e motivazioni

 

Il progetto di sviluppare sempre di più il Porto di Rotterdam per consolidarne il primato in Europa come porta di accesso a tutto il mercato continentale, dall'Italia ai Paesi dell'Est, è accompagnato dalla volontà degli olandesi di trasferire la massima parte dei nuovi volumi di traffico dalle navi al treno, per non compromettere l'equilibrio ambientale della regione.

Tuttavia, poiché le linee ferroviarie esistenti sono utilizzate anche dal traffico passeggeri, che nei Paesi Bassi offre un servizio molto frequente e diffuso, la necessaria capacità di maggior traffico per i treni merci non sarebbe stata disponbile.

Nel 1998 si iniziarono i lavori, ultimati nel 2007, per realizzare una nuova ferrovia, dedicata al solo traffico merci, per collegare l'estremità del porto di Rotterdam (piattaforma Maasvlakte) allo scalo di smistamento di Kijfhoek, poco a sud di Rotterdam, e di qui al confine tedesco presso Zevenaar/Emmerich seguendo il tracciato della autostrada A15.

  carta olanda

 

La nuova infrastruttura è utilizzabile anche per il collegamento del porto di Amsterdam, attraverso una connessione con la rete tradizionale che si innesta nella nuova linea presso Geldermalsen/Meeteren, e configura uno schema come delineato nella carta dei Paesi Bassi qui a lato.

La linea attraversa nella sua parte centrale una regione storicamente nota come Betuwe (Batavia) e da questo prende il nome di Betuwelijn o Betuweroute. La volontà di ridurre l'impatto della nuova struttura sul paesaggio ha richiesto di far correre i binari nel sottosuolo per quasi 20 km sulla lunghezza totale di 160 km, sia in corrispondenza dell'attraversamento di corsi d'acqua principali, sia nei pressi di un paio di centri abitati maggiori, ed ha portato il costo dell'opera a quasi 5 miliardi di Euro.

Carta complessiva della linea da Maasvlakte a Zevenaar

seleziona la tavola per visione in grande formato (7000 px)

totale plan
Sviluppi tavole sotto:
A
B
C
Sviluppo A: dal porto di Rotterdam all'uscita dallo scalo di Kijfhoek sezione A
Sviluppo B: dall'uscita di Kijfhoek all' Amsterdam-Rijnkanal sezione B
Sviluppo C: dall'Amsterdam-Rijnkanal al confine tedesco sezione C

Dati tecnici


 

 

 

 

La nuova linea misura complessivamente 160 chilometri, di cui 48 nell'area del Porto e112 nel tratto lungo la A15.

Queste due parti sono alimentate con corrente alternata a 25 kV 50Hz, mentra il tratto corrispondente allo scalo di Kijfhoek è alimentato a 1,5 kV c.c. come il resto della rete olandese. Per gli impianti di sicurezza è stato installato il sistema europeo ERTMS, implementato sul il tratto lungo la A15 con l' ETCS livello 2, e sul tratto nell'area del Porto con ETCS livello 1 (che integra anche il segnalamento di tipo tradizionale).

La sagoma è profilo C80 / P400 e il peso assiale è in categoria D4.

Oltre ai già citati 20 km in sottosuolo suddivisi in 5 tunnels, ci sono 12 km di viadotti, 130 cavalcavia stradali e per il passaggio della fauna. Su lunghi tratti sono presenti barriere fonoassorbenti di media altezza. Tutta la installazione di supporto della linea aerea di alimentazione è disegnata in modo particolare, che rende la linea riconoscibile e ne migliora l'inserimento del paesaggio:

   

Gestione

 

 

 

logo

update: Dal 1 Gennaio 2015 la Società KEYRAIL è stata sciolta e la gestione della linea è confluita nel Gestore Nazionale ProRail, che già deteneva il 50% della proprietà di Keyrail (35% porto di Rotterdam, 15% Porto di Amsterdam). La motivazione è stata la semplificazione delle operazioni da parte delle Imprese Ferroviarie nella fase di richiesta delle tracce. Il personale è stato assorbito nei quadri di ProRail.

La Betuwelijn non fa parte della Rete ferroviaria comune olandese gestita da Prorail, ma è stata affidata ad una Società appositamente creata, denominata Keyrail.
Anche se nei piani originari questa sarebbe dovuta essere una Società privata, alla fine è stato necessario affidarsi a soggetti di proprietà pubblica, e così le quote societarie risultano essere: 50% ProRail, 35% Porto di Rotterdam, 15% Porto di Amsterdam.

Keyrail occupa una settantina di addetti, per la maggior parte destinati al controllo del traffico nella sala operativa che si trova in un edificio a Kijfhoek.

centro operativo

Lo scalo di Kijfhoek, che è accessibile sia dalla Betuwlijn che dalle linee tradizionali, è attualmente in gestione mista ProRail-Keyrail. La sua funzione è principalmente la composizione dei treni non intermodali, relativi al traffico diffuso a carro singolo, e in questo campo è il solo impianto presente nei Paesi Bassi. L'operatività è affidata in esclusiva a DB Schenker NL, che tempo fa ha rilevato il ramo merci delle ferrovie olandesi ex-statali. Un settore è dedicato al cambio macchina dei treni intermodali che non dispongono già di locomotive adatte al traffico sulla linee del Porto.

Il costo delle tracce, a settembre 2012, è di 2,51 Euro/km, esclusa la fornitura di energia elettrica per la trazione che viene acquistata dalle Imprese Ferroviarie direttamente dal mercato dell'energia.

Grazie al fatto che la linea ha un tipo di traffico omogeneo, alle Imprese Ferroviarie viene richiesto per contratto un tasso di puntualità estremamente elevato con una tolleranza massima di 3 minuti)

Tipologie del traffico

 

Ogni tipo di traffico merci in import ed export percorre la Betuwelijn, ma sono predominanti i treni completi di minerale (ferroso e carbone) destinati alle centrali di produzione di energia e alle acciaierie in gran parte d'Europa, e i treni del traffico intermodale sopratutto oceanico (containers marittimi).
Per ragioni legate alla posizione dell'attraversamento del confine tedesco, posto più a nord rispetto alla linea tradizionale via Breda-Venlo, la Betuwelijn è meno utilizzata dai treni con destinazioni in Svizzera e Italia, mentre sono principalmente le relazioni con i paesi dell'Est Europa (dalla Polonia all'Ungheria) che sfruttano il nuovo percorso.
L'ingresso in Germania più a sud permette infatti di ridurre per i treni diretti verso il meridione la lunghezza del tratto percorso sulla rete DB e di conseguenza il costo della traccia internazionale. Alcuni operatori preferiscono tuttavia la maggior regolarità e affidabilità del servizio offerto da una linea dedicata come la Betuwelijn.

Volumi di traffico e trasferimento modale dalla strada

 

Per acquisire traffico sulla Betuwelijn, Keyrail ha seguito una politica aziendale molto interessante, fondata sulla affidabilità della nuova infrastruttura e mettendo in evidenza che questo permette di migliorare la produttività dei mezzi operativi della compagnie ferroviarie. Keyrail quindi non si è limitata a vendere le tracce sulla sua linea, ma si è proposta come regista della catena logistica su base ferroviaria. In questo senso ha impostato un lavoro in stretta collaborazione con il mercato di riferimento, sollecitando tutti gli attori a focalizzarsi sulla qualità dei rispettivi servizi per ottenere insieme una maggior efficienza e quindi essere più competitivi rispetto alla strada.

A fine 2011 il tasso di puntualità (con la tolleranza di 3 minuti max) aveva raggiunto il 91,3% con un incremento di 26 punti rispetto al 65% dei primi mesi di apertura nel 2007.

Questo si è tradotto in un considerevole aumento del numero dei treni che utilizzano la linea, passati da circa 100 nel primo trimestre del 2008 a un massimo di oltre 6.000 nel secondo trimestre del 2011, leggermente ridotti a circa 5.800 nel secondo trimestre 2012 a causa della seconda crisi economica. Una certa influenza su questo dato, nei primi periodi di esercizio, è stata dovuta anche alla progressiva disponibilità di locomotive dotate dei sistemi ERTMS e atte alla circolazione sotto diverse tensioni di alimentazione, che all'inizio non erano ancora pronte.

  number of trains
  Molto interessante lo schema seguente che illustra come il traffico diretto da Rotterdam alla Germania si suddivide secondo i diversi itinerari disponibili: oggi il 74% dei volumi utilizza la Betuwelijn, il 23% la linea tradizionale più a sud via Venlo, mentre gli altri valichi hanno quote residuali.
  traffic share map
  Il confronto fra i tre diagrammi qui sotto mostra invece come in tre anni, dal 2009 al 2011, la forte crescita della quota percentuale sostenuta dalla linea Betuwe sia legata al passaggio da uno stadio di semplice trasferimento di traffico dalle linee tradizionali alla Betuwelijn (2009-2010) alla acquisizione di nuove quote di traffico sottratte alla strada (2010-2011). La linea inizia così a produrre gli effetti voluti al momento del suo progetto.
  traffic share diagram

Il programma di Keyrail è di portare il numero di treni dagli attuali circa 500 a settimana a 900 a settimana (oltre 10.000 a trimestre) entro i prossimi 5 anni.

Sviluppi ed estensioni

 

Estensione su Maasvlakte 2 e Euromax Terminal Rotterdam
Il 28 ottobre 2012 è stata aperta all'esercizio la estensione della linea fino alla nuova piattaforma esterna Maasvlakte 2, in corso di costruzione all'estremità ovest del porto di Rotterdam. Si tratta di 13,5 km di linea a doppio binario che corre lungo la diga esterna dei nuovi bacini fino a raggiungere l'area, appena colmata e in corso di sistemazione, del futuro Euromax Terminal Rotterdam, destinato al traffico containerizzato. Nel frattempo la nuova linea sarà utilizzata per il trasporto dei materiale da costruzione da usare nel nuovo terminal.

La attrezzatura ferroviaria dei nuovi terminal oceanici fa parte del programma dell'autorità del Porto di Rotterdam che vuole ridurre la quota di traffico che lascia in porto su autocarro dall'attuale 58% al 35% entro il 2035, utilizzando anche la navigazione interna. Si prevede che l'attività dei terminali su Maasvlakte2 possa iniziare entro fine 2014.

La linea non è elettrificata ed è autorizzata una velocità massima di 40 km/h. Ecco uno schema delle nuove aree portuali e della rete ferroviaria a servizio:

  maasvlakte2
 

 

Connessione da ovest verso 'sHertorgenbosch e Venlo
Ai primi di Novembre 2012 il Ministero olandese delle Infrastrutture, in collaborazione con il Gestore della Rete Prorail, ha annunciato di aver iniziato la progettazione per un nuovo collegamento con accesso da ovest (direzione Rotterdam) fra la Betuwelijn e 'sHertorgenbosh, una città a sud della Betuwelijn e connessa a sua volta con Venlo, punto di ingresso alla rete tedesca.

Questa connessione, prevista presso Meeteren dove già esiste una analoga connessione verso est, si integra verso nord con l'esistente linea ferroviaria utilizzabile come collegamento per il porto di Amsterdam via Utrecht (vedi nello Sviluppo B della mappa della Betuwelijn ad inizio scheda).

La possibilità di utilizzare la prima parte della linea dedicata alle merci anche per raggiungere il confine di Venlo che come detto nel capitolo "Tipologie del traffico" è preferito per i treni diretti verso il sud Europa, consentirà nei piani del Ministero di liberare tracce sulla rete convenzionale fra Rotterdam e Breda-Tilburg-Eindhoven da destinare al progetto dei servizi passeggeri ad alta frequenza; inoltre favorità l'aumento del tasso di utilizzazione della Betuwelijn.

Galleria fotografica

 

Molte fotografie di treni in vari punti della Betuwelijn sono presenti nella parte dedicata della Galleria di immagini "Olanda" di intermodale24-rail.net >>>> vedi.

Qui propongo alcuni dettagli delle strutture della linea:

Tratto iniziale della Betuwelijn sezione Port of Rotterdam, su viadotto, con la palificazione che esalta il profilo perticolare dei supporti.
Foto F.Quattroccolo
08.06.2011
betuwelijn Port Rotterdam
Punto di inizio della Betuwelijn - A15, da Kijfhoek, con un tunnel che sottopassa un ramo della Maas.
Foto F.Quattroccolo
06.09.2012
staart Betuwelijn in Kijfoek
Un treno di minerali con una doppia di 189 DB entra nella Betuwelijn da Kijfhoek.
Foto F.Quattroccolo
08.06.2011
train entering betuwelijn in kijfhoek
Presso Gorinchem, corrono affiancate la autostrada A15, una linea ferroviaria locale di ProRail, e la Betuwelijn.
Foto F.Quattroccolo
05.09.2012
etuwelijn A15
 

 

La maggior parte delle informazioni sopra riportate è ricavata da documenti raccolti nel Media Tour Transport and Logistics organizzato da AgentschapNL del Ministero dell'Economia dei Paesi Bassi, cui ho preso parte a Settembre 2012

torna a capo  
intermodale24-rail è un’attività professionale dello studio ing. Fulvio Quattroccolo p. i.v.a. 02168440044
  © 2009  ing. fulvio quattroccolo    international services: www.dominioweb.org   mappa del sito   contatti  note legali