RoLa Ralpin
im24-rail
consulenza trasporto intermodale e ferroviario

>>> vai alla sezione dedicata
logo

il portale per l'integrazione strada-rotaia

 
HOME
NEWS
SPECIALI
TECNICA-ESERCIZIO
CHI SIAMO
LINKS
 
SOSTENITORI
TRENI
LINEE
LOGISTICA
GALLERY
COMMENTI / RICERCHE
 

 

 

Presentazione dell'iniziativa 2009

Obiettivi 2009

Lista dei sostenitori dell'iniziativa

Curriculum

Servizi professionali di consulenza sul trasporto intermodale e ferroviario

About us: English version

contatta
intermodale24-rail.net

GIUGNO 2016: intermodale24-rail DIVENTA PORTALE PER
L'INTEGRAZIONE STRADA-ROTAIA

 

LUGLIO 2014: intermodale24-rail DIVENTA PORTALE PER L'INTERMODALITA'

Con la crescita dei contenuti tecnici proposti da intermodale24-rail.net , della rete di collegamenti raggiungibili attraverso le pagine, le schede, gli speciali, e con la diffusione ben radicata nel settore del trasporto ferroviario ed intermodale, il sito ha ormai raggiunto e superato gli obiettivi che ci eravamo dati nel 2009 all'inizio di questa esperienza (vedi in coda alla pagina).

 

I riscontri che ho avuto da parte degli utenti del sito negli ultimi mesi indicano inoltre che viene percepito sempre più come un servizio per accedere a informazioni e contatti relativi al trasporto intermodale e al mondo della ferrovia in genere.

 

Credo sia giunto il momento perciò di ridefinire la mission dell'iniziativa, portandola ad un livello di maggior strutturazione più aderente alle varie aree di interesse.

 

Gli obiettivi di intermodale24-rail saranno articolati su tre linee, che corrispondono a tre livelli di lettura offerti dai contenuti del portale alle diverse tipologie di utenti:

 

- l' iniziativa di diffusione della conoscenza delle tecniche del trasporto ferroviario di merci, che prosegue l'idea iniziale di contribuire allo sviluppo di un’opinione pubblica favorevole all’impegno di risorse nella realizzazione di infrastrutture ferroviarie dedicate al traffico delle merci.

 

- la costruzione del portale di riferimento per l'intermodalità strada-rotaia dal quale fornire a utenti professionali e non professionali le informazioni di base utili al primo approccio al funzionamento del sistema intermodale di trasporto e per orientarsi fra i diversi attori coinvolti 

 

- l' assistenza professionale in termini di consulenza, studi e ricerche, pianificazione, valutazioni tecniche, rivolta a :

. operatori di logistica e trasporto,

. Istituzioni Pubbliche,

. Associazioni di settore,

. Investitori,

. Gruppi di interesse,

che vogliano lavorare con l'intermodalità, come prima esperienza o per ricercare soluzioni innovative o su nuovi traffici, o ancora per valutare progetti o definre strategie e piani industriali.

 

Pur restando centrato, per quanto riguarda l'informazione sulle linee e sul traffico, sul Corridoio Merci Genova-Rotterdam, intermodale24-rail si proporrà quindi d'ora in poi come portale di riferimento per l'intermodalità strada-rotaia, al servizio di operatori, Enti istituzionali, associazioni ed appassionati. La nuova dimensione del sito sarà evidenziata dal cambiamento della frase chiave:

da "treni e merci sul Corridoio 24 Genova-Rotterdam"

a "il portale per l'intermodalità strada-rotaia"

che verrà applicato a tutte le pagine non direttamente legate al corridoio 24.

 

 

Giugno 2009:PRESENTAZIONE DELL'INIZIATIVA

Questo spazio di comunicazione nasce da un progetto privato di ricerca sul trasporto intermodale lungo l’asse ferroviario nord-sud che collega il Mare del Nord con il Mediterraneo attraversando le Alpi Svizzere, corrispondente al “corridoio europeo TEN-T 24 Genova - Rotterdam/Antwerpen”.

 

Il volume di merci trasportate per ferrovia attraverso questo itinerario è costantemente aumentato con tassi a due cifre negli ultimi anni, anche erodendo significative quote di mercato rispetto alla strada. Questo è stato possibile grazie alla politica adottata dal Governo Svizzero, con finalità di salvaguardia dell’ecosistema alpino, di imposizione di prelievo economico sui transiti stradali che finalmente ne quantifica i costi esterni in termini di uso dell’infrastruttura e di danno ambientale, e che destina i fondi ricavati al finanziamento delle opere di sviluppo della meno inquinante rete ferroviaria. Sul traffico a lunga distanza questa azione ha avuto un effetto decisivo per spostare la scelta del vettore verso la ferrovia sull’intero percorso, anche al di fuori della Svizzera.

La separazione della gestione dell’infrastruttura da quella del trasporto nel settore delle merci, e la conseguente liberalizzazione dell’accesso da parte di operatori ferroviari privati, hanno contribuito ulteriormente a migliorare la prestazione complessiva del sistema in termini di produttività, di contenimento dei costi e di competitività rispetto agli altri mezzi di trasporto. E’ significativo il fatto che sulla tratta del Tunnel di Base del Lötschberg, aperta a inizio dicembre 2007, il 24 gennaio 2008 sia stata già raggiunta per la prima volta la soglia di capacità con un totale di 108 convogli nelle 24 ore.

 

Dopo la battuta di arresto iniziata nell’autunno 2008, quando la crisi finanziaria ha raggiunto l’ economia reale, ma rispetto alla quale si avvertono i primi segni di ripresa, l'abbattimento dei prezzi da parte dell'autotrasporto a causa della grande disponibilità inutilizzata e della diminuzione del costo del gasolio sembra in questo momento penalizzare il riavvio del processo di crescita della quota di trasporto merci su rotaia sul corridoio 24 , tanto che la Svizzera ha deciso come misura temporanea di raddoppiare l'incentivo economico per ogni unità di trasporto combinato caricata su treno anziché su autocarro.

 

La realizzazione completa dell’infrastruttura sul corridoio 24, necessaria per la piena integrazione dei sistemi economici e industriali delle regioni interessate e prevista intorno al 2020, richiede tuttavia ancora molto lavoro, in particolare sul versante italiano, dove scontiamo un approccio culturale nei confronti della ferrovia molto meno sensibile rispetto agli altri paesi interessati.

 

Abbiamo quindi pensato di condividere le nostre curiosità e risultati di ricerca in una piattaforma di servizio per tutti coloro che sono interessati allo sviluppo del traffico ferroviario di merci su questo itinerario, per motivi professionali, di impegno nei confronti dell’ambiente o che semplicemente amano il mondo dei treni.

cisterne a oleggio

 

Obiettivi

 

Divulgazione

La conoscenza dei processi di formazione di domanda e offerta del trasporto di merci nel settore ferroviario, delle condizioni di accesso dei diversi operatori, delle interconnessioni fra vettori nel traffico intermodale, del bilancio energetico dei trasporti su rotaia rispetto a quelli su strada, delle azioni o resistenze a livello di politica del traffico europea e nazionale, è la premessa fondamentale per lo sviluppo di un’opinione diffusa favorevole all’impegno di risorse nella realizzazione di infrastrutture ferroviarie dedicate al traffico delle merci.

Saranno proposti materiali informativi specifici e links a siti e pagine web istituzionali ed economici che forniscono dati su questi argomenti.

 

Sviluppo del trasporto intermodale

Riteniamo che il traffico intermodale che utilizza la ferrovia per il collegamento a lunga distanza e transalpino fra le principali aree economiche europee potrà diventare la soluzione di trasporto preferita e più conveniente, insieme al traffico dei treni blocco, mentre il trasporto su gomma dovrà coprire i percorsi medio-brevi da e verso gli utilizzatori finali.

Cercheremo di dare spazio ai progetti e alle proposte degli operatori che lavorano nella integrazione dei diversi sistemi o che in questo vogliono impegnarsi, di fornire informazioni che possano orientare le scelte verso il traffico intermodale, di creare occasioni di incontro in rete fra domanda e offerta.

 

Condivisione

La libera e pronta comunicazione fra i soggetti è il miglior modo di garantire lo sviluppo economico e la produttività in ogni settore, in particolare nei servizi come il trasporto e la logistica.

Lo spazio del sito sarà quindi aperto a quanti vorranno proporre segnalazioni di ricerca o di offerta per necessità specifiche, o di tipo tecnico, o sull’andamento e regolarità del trasporto in certe aree o situazioni, o altro argomento inerente il trasporto intermodale. La pubblicazione avverrà previa verifica del materiale da parte del gestore del sito.

Desideriamo condividere informazioni e immagini con gli altri soggetti che hanno interessi in questo campo lungo tutto il corridoio 24.

 

Promozione degli operatori economici

Il livello delle prestazioni nel trasporto intermodale potrà continuare a migliorare se le imprese che operano nel settore avranno capacità di produrre reddito e posti di lavoro e di mantenere programmi di investimento adeguati agli sviluppi della domanda, acquisendo nuove quote di traffico e nuovi clienti.

Per questo intendiamo finanziare l’attività di questa piattaforma di servizio con l’offerta, agli operatori che lo desiderano, di spazi di comunicazione o di promozione a pagamento relativi al loro marchio e alle loro attività, specializzazioni, strutture organizzative e mezzi, aree e relazioni servite. L’ampiezza e le tariffe di questo servizio saranno definite via via che si renderanno disponibili i dati statistici sulle visite al sito.

  logo  
  your access to rail freight in Italy  

torna a capo

   
intermodale24-rail è un’attività professionale dello studio ing. Fulvio Quattroccolo p. i.v.a. 02168440044
  © 2009-2013   ing. fulvio quattroccolo    international services: www.dominioweb.org   mappa del sito   contatti  note legali