.
 contatta
intermodale24-rail.net
weilArhein twitter
logo
Treni e merci sul corridoio 24 Genova-Rotterdam
HOME       COMMENTI / RICERCHE

 

10.10.2012

 

 

 

 

 

 

 

 

 

logo kcw

 

Otto tesi sulla liberalizzazione e regolazione dei trasporti ferroviari merci sull'esempio tedesco.

In occasione di Mercintreno 2012 il Dr. Antonio Carrarini, della Società di consuelnza KCW GmbH di Berlino, ha presentato un interessante intervento per illustrare effetti e problematiche della liberalizzazione del trasporto ferroviario di merci in Europa e dell'influenza degli organismi di regolazione, con particolare riferimento al caso della Germania.

Come è noto la Germania adotta tuttora il modello "integrato" di gestione del settore, in cui all'interno della Holding Gruppo DB sono comprese sia le Imprese Ferroviarie che operano il traffico in regime di concorrenza, sia il Gestore dell'Infrastruttura alla quale devono accedere i vari operatori. I buoni risultati nello sviluppo del traffico sul mercato tedesco e l'elevato numero di imprese concorrenti sono il pricipale argomento dei sostenitori del modello integrato per combattere l'obbligo di separazione societaria totale da parte della legislazione Europea.

Tuttavia anche l'esempio tedesco non è esente da aspetti poco chiari, da tentativi di ostacolare i concorrenti utilizzando il Gestore dell'Infrastruttura, da tentazioni di dettare le leggi di mercato a proprio uso e consumo da parte dell' incumbent.

La presentazione completa, di cui raccomando la visione, può essere scaricata in .pdf dal sito kwc-online.de , a questo link , che raccoglie tutte le slides proposte a Mercintreno.

L'intervento si articola in otto tesi:

1 - La concorrenza danneggia l' incumbent?

2 - La concorrenza favorisce automaticamente le piccole compagnie di trasporti?

3 - E' solo una questione di libero accesso?

4 - I raccordi non sono redditizi (neanche per l' incumbent) ?

5 - Il trasporto passeggeri è più affine alla concorrenza di quello merci?

6 - Basta creare un'authority?

7 - Il trasporto diffuso non è redditizio?

8 - Il finanziamento statale dell'infrastruttura garantisce automaticamente qualità ed equità?

Le conclusioni, sinteticamente, sono che:
- per la qualità dei servizi, non esistono un problema ed una soluzione
- la struttura ad Holding non è di per sé inadatta, ma necessita di una regolamentazione societaria adeguata e trasparente

torna a capo

.
logo
consulenza e organizzazione trasporto intermodale e ferroviario
intermodale24-rail
servizio professionale

intermodale24-rail è un’attività professionale dello studio ing. Fulvio Quattroccolo p. i.v.a. 02168440044
  © 2009  ing. fulvio quattroccolo    international services: www.dominioweb.org   mappa del sito   contatti  note legali
green economy, assemblea, mobilità sostenibile, cargo ferroviario, politica dei trasporti, scali merci, efficienza, flessibilità